In Non categorizzato

Ci costringono a interrompere i nostri allenamenti e a patire fastidiosi dolori muscolari. Non sappiamo con esattezza da cosa sono causati i crampi ma esistono diversi modi per ridurne il rischio di insorgenza.

Vi è mai capitato di dover terminare l’allenamento anzitempo per colpa di fastidiosi spasmi alle gambe? Sappiamo già la risposta. Ecco perché prevenire i crampi muscolari è un dovere dell’atleta professionista e una buona abitudine per lo sportivo amatoriale. Tali contrazioni involontarie infatti insorgono per una serie di cause e circostanze differenti, non sempre legate all’intensità dell’attività fisica che si sta svolgendo: accumulo di acido lattico, disidratazione, obesità, allenamento insufficiente… Scopri i nostri 5 consigli per prevenire i crampi muscolari:

#1 CORRETTA IDRATAZIONE

Un buon equilibrio idrosalino dell’organismo è il punto di partenza per una vita sportiva soddisfacente. Se ci idratiamo con regolarità prima, durante e dopo l’attività fisica riduciamo di molto il rischio di crampi muscolari. Le bevande contenenti sali minerali (potassio e magnesio in primis) sono le più indicate per reintegrare i liquidi persi e ritrovare una buona condizione elettrolitica. Oltre all’’idratazione, anche una corretta alimentazione può aiutare, e non poco. In particolare, lenticchie, fagioli, avocado, kiwi e banane sono alimenti ricchi di potassio che, se assunti con buona frequenza, contribuiscono alla prevenzione di spasmi muscolari.

 

#2 STRETCHING E RISCALDAMENTO

Se gli atleti professionisti aprono sempre gli allenamenti con una seduta di stretching più o meno intensa, un motivo ci sarà! Anche quando in palestra abbiamo i minuti contati, il riscaldamento e lo stretching non devono essere mai tralasciati. I muscoli infatti andrebbero stirati almeno una volta al giorno, a maggior ragione nei momenti che precedono un’attività fisica importante.

 

#3 ALLENAMENTI A INTENSITÁ PROGRESSIVA

Una delle cause principali dei crampi è la fatica. Mai superare i nostri limiti! O meglio, l’incremento dell’intensità degli allenamenti dev’essere graduale e programmato. È troppo facile farsi male quando ignoriamo i nostri reali mezzi fisici.

 

#4 ALLENAMENTI FREQUENTI

Un ottimo modo per prevenire i crampi muscolari è quello di allenarsi regolarmente. Se, come abbiamo visto, è meglio incrementare l’intensità dell’attività fisica in maniera progressiva, lo stesso non si può dire per la frequenza degli allenamenti. Se non si è abituati a fare sport o si vuole recuperare la forma fisica in tempo record, meglio iniziare con pochi minuti di attività fisica quotidiana piuttosto che avventurarsi in lunghe sedute intervallate da giorni di totale inattività.

 

#5 ALLENAMENTI LONTANI DAI PASTI

Allenarsi subito dopo aver consumato un pasto di discreta entità, può determinare l’insorgere di crampi muscolari. L’ideale sarebbe iniziare una seduta di allenamento almeno un paio d’ore dopo aver mangiato. O meglio ancora, consigliamo di consumare uno piccolo snack ad alto apporto energetico poco prima dell’attività fisica. Dopo l’allenamento si potrà invece ultimare in tranquillità il nostro pranzo o la nostra cena.

 

 

Post suggeriti
CHIUDI
CLOSE
IoBevoFIT_7 buoni motivi per limitare il consumo di zuccheroBere più acqua ogni giorno: 10 suggerimenti